Stufe e Termostufe

Qual è la differenza tra stufa e termostufa?

Quando è necessario realizzare un impianto di riscaldamento spesso la scelta ricade tra stufa e termostufa. Ma quali sono le differenze fra questi dispositivi termoregolatori?

La termostufa a pellet, a differenza della stufa, è collegata al sistema termoidraulico domestico e può riscaldare i locali con gli elementi radianti già presenti, come i termosifoni, e produrre acqua calda sanitaria.

In sintesi, la termostufa a pellet è in grado di integrare tutte le funzioni della stufa a pellet, e diffondere il calore nell’ambiente in cui è installata per convezione e per irraggiamento.

Approfondiamo

Termostufa a pellet

Le termostufe sono dispositivi utilizzati per il riscaldamento dei locali.

Possono essere alimentate a:

– Combustibile solido: legna, pellet, nocciolino, combustibili triti solidi misti;
– con energia elettrica;
– A gas;
– A bioetanolo.

Il mix di artigianalità e design fanno si che non siano solo apparecchi da riscaldamento ma elementi di arredo importanti.

Oltre a essere collegati all’impianto di riscaldamento possono produrre acqua calda sanitaria e in alcuni casi avere anche la ventilazione forzata nell’ambiente in cui sono installate.

Ovviamente con il sistema di riscaldamento ad acqua la diffusione sarà più omogenea dato che utilizza l’impianto di riscaldamento esistente.

Tre buoni motivi per rivolgersi a Ecoimpatto

RISPARMIO ECONOMICO

LAVORI PERONALIZZATI

IMPIANTI A NORMA

Stufa a legna

Le stufe a legna possono lavorare per irraggiamento, per accumulo e/o in ventilazione forzata canalizzata e non, oppure collegate all’impianto di riscaldamento in parallelo alla caldaia esistente.

Le stufe a legna, riescono a scaldare ambienti da 25 mq a 200 mq.

La legna, se utilizzata in stufe costruite con materiali all’avanguardia e tecnologie innovative, è di sicuro un ottimo combustibile, economico e rispettoso dell’ambiente.

Stufa a pellet

Le stufe a pellet riscaldano per irraggiamento, per accumulo e/o in ventilazione forzata canalizzate e non, oppure collegate all’impianto di riscaldamento in parallelo alla caldaia esistente. Riescono a scaldare ambienti da 25 mq a 200 mq.

Il pellet deriva dalla segatura di legno pressata. Il suo potere calorifico, a parità di volume (ma non di peso) rispetto alla legna, è circa il doppio.

Il pellet è un sistema di riscaldamento automatico semplice, economico e funzionale.

Spesso i produttori di stufe e termostufe a pellet fabbricano anche una linea a nocciolino svincolando l’utente dall’utilizzo di un solo combustibile.

Ecoimpatto è specializzata sul Conto Termico 2.0

180 pratiche.Tutte andate a buon fine, dal 2016.

Stufa elettrica

Le stufe elettriche, di solito economiche, sviluppano pochi kw con consumi non indifferenti quindi, è preferibile utilizzarle in locali piccoli e per poco tempo.

Per i bagni esisitono anche dei pannelli elettrici, poco ingombranti ed estetici.

Stufa a gas

Le Stufe a gas sono perfette quando in presenza di problemi con le canne fumarie. Hanno una fiamma effetto legna e  sviluppano diversi Kw.

Il bioetanolo è naturale perché  frutto della macerazione e fermentazione delle biomasse.

L’installazione di stufe e termostufe va eseguita e certificata da installatori professionisti.
(DM 37/08)

Desideri un preventivo e/o sapere come accedere agli incentivi Conto Termico?

Scrivici